intestazione

Bruzzano antica pieve

Bruzzano era una località agricola di antica origine, posta sulla strada da Milano a Como (attuale via Comasinella). Il nome deriva dal latino Bruttianum, in quanto il proprietario di tale fundus agricolo era un cittadino romano emigrato al nord dal Bruttium, l'odierna Calabria. Proprio in questa regione, infatti, si trova oggi l'omonimo comune di Bruzzano Zeffirio. I primi documenti scritti che testimoniano l'esistenza di un comune indipendente risalgono al 1346, mentre le prime testimonianze dell'esisteza della chiesa di Santa Maria Assunta risagono addirittura al 1011. I primi dati sulla popolazione risalgono al 1574, anno in cui si registravano circa 310 anime. Per secoli fu centro di un vasto territorio plebano, fino alla dissoluzione della Pieve nel 1930, quando ormai Bruzzano era da tempo stata assorbita dal Comune di Milano.

In età napoleonica (1810) a Bruzzano fu aggregata Brusuglio e un anno dopo Bresso con la frazione di Cormano. Tutti i centri recuperarono l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto (1816). In questo periodo la popolazione ammontava a 700 abitanti circa.

All'Unità d'Italia (1861) il comune di Bruzzano contava 1.436 abitanti.

Nel 1862 Bruzzano assunse la denominazione di Bruzzano dei Due Borghi, per distinguersi da altre località omonime.

Bruzzano costituì un comune autonomo fino al 1869, quando si unì ad Affori, Bresso e Dergano a formare il comune di Affori ed Uniti, dal 1912 di nuovo semplicemente Affori (che fu poi annesso a Milano nel 1923). In questo periodo (1917) la popolazione del quartiere era arrivata a circa 3000 abitanti.

notizie estrapolate da wikipedia.it

Bruzzano vista

Più recentemente

Gli abitanti del nostro quartiere sono più che raddoppiati arrivando a circa 14 mila, a seguito della costruzione di nuove abitazioni, attorno alla chiesa negli anni sessanta e oggi in posizione fra la ferrovia Nord e la superstrada per Meda. Tuttavia il quartiere sta invecchiando: l'età media della popolazione ha infatti superato i 40 anni. 
E’ in corso e pianificata un’intensa costruzione di altre abitazioni che porteranno prevedibilmente il numero a 15 mila abitanti ed oltre, entro il prossimo paio d'anni; di questi circa il 10% provenienti da altre nazioni, in particolare dall’est europa,  nord africa e centro-sud america. 

Bruzzano e MilanoSono sorte ed aumenteranno le difficoltà di viabilità e collegamento fra il nucleo storico, ove è la Parrocchia B.V. Assunta e la “nuova Bruzzano” oltre la ferrovia; in questa nuova area non esistono attualmente attività di utilità primarie quali farmacia, posta, banca , negozi….

La vicina stazione Nord è stata spostata verso Cormano, rendendo più difficoltoso l’accesso.