intestazione

Celebriamo la Misericordia del Signore

XIV Giornata Diocesana 21 nov 2015 'Celebriamo la Misericordia del Signore'

Relazione I
La celebrazione della misericordia nell’anno santo straordinario.
Mons. Claudio Magnoli

Il quadro generale
Con la Bolla Misericordiæ Vultus il Papa ha indetto un Giubileo Straordinario della Misericordia, un ‘tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti’ [sulla nuova Evangelizzazione].
[...] vuole mostrarsi madre amorevolissima [...] verso i figli da lei separati.
Domenica 13 dicembre alle ore 17,30 il nostro Arcivescovo aprirà la Porta della Misericordia in cattedrale.
L’anno giubilare si chiuderà il 20 novembre 2016 II di Avvento. ‘Affideremo la vita della Chiesa, l’umanità intera e il cosmo immenso alla Signoria di Cristo, perché effonda la sua misericordia come la rugiada del mattino per una feconda storia da costruire con l’impegno di tutti nel prossimo futuro’.

L’indulgenza
‘Desidero che l’indulgenza giubilare giunga per ognuno come una genuina esperienza della misericordia di Dio, la quale a tutti va incontro con il volto del Padre che accoglie e perdona, dimenticando completamente il peccato commesso’.
Le condizioni di concessione / recezione dell’indulgenza vengono dettagliate per cinque diverse categorie di persone: i fedeli pellegrini; i malati e gli anziani; i carcerati; gli operatori di misericordia; i fedeli defunti.
I fedeli pellegrini verso la Porta Santa, vivranno il pellegrinaggio come espressione del ‘desiderio profondo di vera conversione’.
[...] dovranno unire la celebrazione del sacramento della penitenza, la partecipazione con la Comunione alla Santa Messa [...]
I malati, gli anziani [...] otterranno l’indulgenza vivendo con fede e gioiosa speranza il momento di prova che stanno attraversando, ‘ricevendo la Comunione e partecipando alla Santa Messa e alla preghiera comunitaria, anche attraverso i vari mezzi di comunicazione’.
I ministri straordinari della Comunione Eucaristica, istruiti dai lori sacerdoti e in piena sintonia con loro, portando loro la Comunione, saranno di aiuto ai malati e agli anziani a ‘ottenere l’indulgenza giubilare’.
I carcerati potranno ottenere l’indulgenza nelle cappelle delle carceri alle stesse condizioni dei fedeli pellegrini ‘e ogni volta che passeranno per la porta della loro cella, rivolgendo il pensiero e la preghiera al Padre’.
Gli operatori di misericordia ‘ogni volta che un fedele vivrà una o più opere di misericordia otterrà certamente l’indulgenza giubilare [...]’.
L’indulgenza giubilare può essere ottenuta, allo stesso modo, anche per i fedeli defunti. Nel grande mistero della comunione dei Santi, possiamo infatti ‘pregare per loro, perché il volto misericordioso del Padre li liberi da ogni residuo di colpa e possa stringerli a sé nella beatitudine che non ha fine’.

Il motto, il logo e l’inno
‘Misericordiosi come il Padre’ (Misericordes sicut Pater) è la parola che riassume e orienta il cammino dell’Anno [...].
[...] ‘Nella misericordia abbiamo la prova di come Dio ama. Egli dà tutto se stesso, per sempre, gratuitamente e senza nulla chiedere in cambio’ [...].
Per essere misericordiosi come il Padre, papa Francesco ci invita a riscoprire le opere di misericordia corporali [...] che ci accompagnano alle opere di misericordia spirituali.
Riscopriamo le opere di misericordia corporale: dare da mangiare agli affamati, dare da bere agli assetati, vestire gli ignudi, accogliere i forestieri, assistere gli ammalati, visitare i carcerati, seppellire i morti.
Le opere di misericordia spirituale: consigliare i dubbiosi, insegnare agli ignoranti, ammonire i peccatori, consolare gli afflitti, perdonare le offese, sopportare pazientemente le persone moleste, pregare Dio per i vivi e per i morti.
Il logo [...] una piccola summa teologica sul tema della misericordia.
[...] il Buon Pastore con estrema misericordia carica su di sè l’umanità, ma i suoi occhi si confondono con quelli dell’uomo. Cristo vede con l’occhio di Adamo e questi con l’occhio di Cristo.
L’inno intreccia il motto misericordes sicut Pater con strofe a più stichi [successione di versi uguali] [...] [vedi il testo italiano/latino allegato e l’inno al collegamento: Inno ufficiale].

Gli aspetti liturgico-celebrativi
Manuale del pellegrino in preparazione […]
La cura del sacramento della riconciliazione […] la preparazione dei sussidi per accostarsi al sacramento […]
L’iniziativa 24 ore per il Signore […] rilanciata con forza da papa Francesco da celebrarsi nel venerdì e sabato che precedono la IV Domenica di Quaresima (4/5 marzo 2016)
[…] ponendo in luce l’aspetto della misericordia che è già insito nell’anno liturgico stesso.
a) Comprensione del mistero del Natale come manifestazione della misericordia di Dio […] rimarcare con opportune scelte nel canto e nella preghiera il grande annuncio della misericordia […] – la liturgia vigiliare vespertina di Natale – la veglia di Natale – fine anno con il canto del Te Deum – la liturgia vigiliare vespertina dell’Epifania – le messe della domenica della Santa Famiglia (31 gennaio) – le messe dell’ultima domenica dopo l’Epifania.
b) La Quaresima ‘sia vissuta più intensamente come momento forte per celebrare e sperimentare la misericordia di Dio’ lo si potrà fare in vario modo: nelle settimane precedenti […] una serata di presentazione del Lezionario quaresimale. Una liturgia apposita per l’imposizione delle ceneri. Curando le celebrazioni dei venerdì aliturgici. Una celebrazione penitenziale comunitaria in preparazione alle confessioni individuali per Pasqua. Una visita al battistero, primo grande sacramento della misericordia [per i più giovani]. Impegno straordinario alle celebrazioni del Triduo Pasquale. Specialmente dalla II alla V di Quaresima, si potrebbe formulare le intenzioni della preghiera universale con l’assemblea dei fedeli che, stando in ginocchio, ripete l’invocazione Kyrie eleison.
c) Nel tempo da Pasqua a Pentecoste […] rimarcare la Domenica della Divina Misericordia la II di Pasqua. Sabato 7 maggio 2016 visita di papa Francesco in Diocesi [tutto da definire].
d) Dopo Pentecoste […] ogni comunità dovrebbe riflettere su come dare rilievo a: - solennità del Corpus Domini (giovedì 26 maggio) – Visitazione della B Vergine Maria (31 maggio) – solennità del Sacro Cuore di Gesù (venerdì 3 giugno) – memoria del Cuore Immacolato della B Vergine Maria (sabato 4 giugno) – solennità della Trasfigurazione del Signore (sabato 6 agosto) – Esaltazione della S Croce (mercoledì 14 settembre) – festa di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo (domenica 6 novembre). I gruppi liturgici potrebbero impegnarsi a mettere in luce la connessione tra queste feste e il mistero della misericordia soprattutto mediante la determinazione dell’atto penitenziale; la scelta dei canti, la preghiera dei fedeli, ecc.
e) La riscoperta del calendario liturgico dei santi operatori di misericordia, in accordo con le Caritas locali, alla memoria dei santi, sulla scia luminosa di figure che hanno testimoniato […]

Relazione II
La cura delle celebrazioni sacramentali della penitenza in parrocchia.
Don Norberto Valli

Una necessaria premessa
[…] la Confessione continua a essere vissuta essenzialmente come un’esperienza individuale, con scarsa valenza comunitaria.
A chi si presenta in confessionale sembra ormai non essere affatto chiara la distinzione tra accusa dei peccati e racconto del proprio vissuto […].
In qualche caso, il fedele esprime persino il desiderio di ricevere una benedizione, senza avvertire una vera esigenza dell’assoluzione.
‘Padre, non so che cosa dire! Mi aiuti un po’ lei’ questa dichiarazione iniziale, molto frequente, è quanto mai ambigua.
Tutto ciò porta a dire che nelle nostre parrocchie c’è un’estrema necessità di riprendere in considerazione il sacramento della penitenza […].
Il rito della Penitenza [1974] specifica che: Importantissima è la parte del penitente nella celebrazione del sacramento […] egli si inserisce con i suoi atti, nella celebrazione del sacramento, […] celebra con il sacerdote la liturgia della Chiesa […]

La preparazione della confessione individuale
Il rituale suggerisce che: Il sacerdote e il penitente si preparino alla celebrazione del sacramento anzitutto con la preghiera. […] il penitente confronti la sua vita con l’esempio e con le parole di Cristo.
Occorre aiutare i fedeli, con appositi sussidi, a vivere l’attesa dell’incontro con il sacerdote […] un vero esame di coscienza del penitente non può prescindere dal confronto con la Scrittura, in particolare con il Nuovo Testamento, per una verifica del proprio vissuto alla luce dell’esempio e delle parole di Cristo.
Uno schema di esame di coscienza che percorra, per esempio, le beatitudini e il discorso della montagna matteano […] o qualche altra pagina capace di facilitare il riconoscimento della propria distanza dal pensiero di Cristo […] aiuterebbe a superare una modalità un po’ superficiale di formulare l’accusa. [per superare l’afasia del non sapere cosa dire]
Un buon sussidio potrebbe contenere un'utile introduzione al sacramento, che spieghi la differenza tra la confessione e il semplice racconto o la richiesta di un accompagnamento spirituale. L’attesa dei singoli presso il confessionale non dovrebbe diventare interminabile, perché ciò che qualche fedele domanda in quel contesto è altro rispetto al sacramento […]
Domande da porre all’interno delle singole parrocchie, nei gruppi liturgici, nei CPP: come celebriamo il sacramento della riconciliazione? Abbiamo adeguati sussidi?
Un valido contributo […] una regolare programmazione di celebrazioni penitenziali comunitarie […] dalle premesse al rito: ‘I fedeli ascoltano la parola di Dio che proclama la sua misericordia e li invita alla conversione, confrontano la loro vita con la parola stessa e si aiutano a vicenda con la preghiera’.
Decisivo è che i fedeli sappiano il giorno e l’ora in cui poter incontrare un sacerdote disponibile […]
Il rituale: ‘Si inculchi comunque nei fedeli l’abitudine di accostarsi al sacramento della Penitenza fuori della celebrazione della Messa e preferibilmente in ore stabilite’.
Rimangono aperti numerosi altri interrogativi. Come far gustare ai ragazzi, agli adolescenti e ai giovani la bellezza di questo sacramento e una regolarità della sua celebrazione? La catechesi non potrebbe diventare in qualche occasione un momento celebrativo? Catechisti ed educatori non potrebbero periodicamente farsi carico dell’accompagnamento e della preparazione dei ragazzi alla confessione?
I gruppi liturgici, i Consigli pastorali specialmente in questo anno santo, potrebbero mettere a tema le modalità con le quali rilanciare la celebrazione del sacramento della penitenza […].
Preghiera del penitente prima dell’assoluzione, oltre al tradizionale ‘O Gesù d’amore acceso…’ vedi le nove formule diverse proposte dal rito, si suggerisce di predisporre un pieghevole disponibile in ogni confessionale. [vedi allegato con le nove formule]

Relazione III
Cantare la misericordia del Signore.
Don Claudio Burgio

Il canto è comunione.
Uomini e donne attraverso la musica e il canto trasmettono e ricevono cultura.
Suggerita una serata musicale/culturale di musica/canto e poesia. La Cappella musicale del Duomo è disponibile per una serata, attraverso l’ufficio diocesano liturgico.
Ha quindi commentato l'inno scritto e musicato per l'anno giubilare. Di carattere litanico prevede una lunga serie di strofe tra loro collegate da un filo logico (es. Padre Figlio e Spirito Santo). Il latino è giustificato dalla necessità di comprensione universale e comunque è molto semplice e facilmente traducibile. L'autore lo ritiene un canto processionale e può trovare la sua collocazione alla comunione; potrebbe essere utilizzato in parte come ritornello per il salmo responsoriale.
[proposte: Canti tratti dal Cantemus Domino e Canti ambrosiani per l’Anno della Misericordia allegati]

Per chi volesse leggere le relazioni complete, le può trovare al collegamento http://www.chiesadimilano.it/cms/2.662/struttura-persone/uffici-e-servizi/settore-per-l-evangelizzazione-e-i-sacramenti/servizio-per-la-pastorale-liturgica/xiv-convegno-responsabili-gruppi-liturgici-1.119096